mercoledì 17 agosto 2016

sventato stupro in stazione

Jakonov, nato nel 1992

Mercoledì 17 agosto 2016.  Oggi alle 13:30 presso la stazione ferroviaria di Pioltello-Limito, una donna che transitava nel sottopasso è stata violentemente aggredita a scopo di stupro.
La quarantenne (italiana) scendeva dal treno proveniente da Brescia e doveva salire sul convoglio Trenord del Passante Ferroviario.  E' stata raggiunta alle spalle dal 23enne Jakonov che, dopo averla sbattuta più volte con ferocia contro il muro, stava per penetrarla da tergo, mentre le tappava la bocca con una mano.

La donna riusciva a divincolarsi e correre all'esterno della stazione per chiedere aiuto.
Per fortuna il nostro mar. Aldo De Tommaso, un appuntato e un carabiniere della nostra Tenenza, si trovavano già nelle vicinanze in seguito a un'altra segnalazione.
I tre carabinieri si precipitavano in stazione e individuavano lo Jakonov, di origine bulgara, senza fissa dimora ma che risiede abitualmente nel tristemente noto campo di Via Idro a Milano.


L'agile 23enne cercava di fuggire lungo i binari della ferrovia in direzione Ovest. Dopo un breve inseguimento a piedi, durante il quale i tre carabinieri hanno corso il rischio di essere investiti da un treno in transito, il fuggitivo veniva acciuffato e ammanettato, tra gli applausi spontanei dei passeggeri in sosta sul convoglio del Passante Trenord diretto a Milano.

I carabinieri hanno poi dovuto faticare per salvarlo dalla folla che voleva linciarlo.

La donna, invece, profondamente commossa per lo scampato pericolo, abbracciava con gratitudine i carabinieri che l'avevano salvata appena in tempo. E' stata poi accompagnata in ospedale per essere medicata e per gli accertamenti di rito.

Il rom, che utilizza diversi alias per le sue imprese criminali, è stato identificato presso la Tenenza e quindi trasferito subito nel carcere di San Vittore in attesa di convalida dell'arresto. Pare sia il responsabile anche di uno stupro avvenuto anni fa ai danni di una donna capo-treno.

vedi anche: decine di stupri alla stazione di Colonia

 
Un mese di agosto indaffarato per i nostri carabinieri, che ieri hanno sventato un furto nel quartiere satellite e inseguito il ladro in fuga correndo sui tetti dei palazzoni di otto piani.
 

5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. decine di persone presenti e deve correre solo un maresciallo di mezza età ?!

    RispondiElimina
  3. Grande Maresciallo Capo De Tommaso, sempre in prima linea!!

    RispondiElimina
  4. Ho avuto l'onore di conoscere il Maresciallo De Tommaso, persona eccezionale!

    RispondiElimina
  5. Purtroppo c'è bisogno di più sicurezza. La gente non collabora non ti aiuta sa solo girarsi dall'altra parte.

    RispondiElimina